I più votati

La classifica dei migliori film votati dagli utenti di LongTake

Votato da 143 utenti

Voto Medio 3,9

Voto Medio 3,9

La locandina del film "8½"
Votato da 143 utenti.

1963 • 138 min • Francia, Italia • b/n • Federico Fellini

Il regista Guido Anselmi (Marcello Mastroianni) convive con i diversi satelliti che gli gravitano attorno, dagli ecclesiastici alla moglie remissiva e fedele (Anouk Aimée), dall'amante focosa (Sandra Milo) ai ricordi variopinti di un'educazione e un'istruzione repressive. Passando per una presenza femminile misteriosa ed eterea (Claudia Cardinale) e un film da farsi che però sembra non esserci più.


Votato da 78 utenti

Voto Medio 3,7

Voto Medio 3,7

La locandina del film "Gli uccelli"
Votato da 78 utenti.

Gli uccelli

1963 • 119 min • Usa • col • Alfred Hitchcock

A San Francisco, un brillante avvocato (Rod Taylor) invita l'affascinante e ricca Melanie (Tippi Hedren) a passare dei giorni in villeggiatura a Bodega Bay, per festeggiare il compleanno della sorellina (Veronica Cartwright). Durante la festa, uno stormo di gabbiani attacca gli invitati: sarà soltanto l'inizio di un terribile incubo in cui gli uccelli seminano il terrore tra gli esseri umani.


Votato da 29 utenti

Voto Medio 3,6

Voto Medio 3,6

La locandina del film "Il disprezzo"
Votato da 29 utenti.

Il disprezzo

1963 • 103 min • Francia, Italia • col • Jean-Luc Godard

Lo scrittore e sceneggiatore Paul Javal (Michel Piccoli) viene chiamato da un potente produttore americano, Prokhosh, (Jack Palance), a riscrivere il copione di un film tratto dall'Odissea che al momento manca di appeal commerciale. La moglie di Paul, Camille (Brigitte Bardot), inizia a disprezzare il marito poiché, quest'ultimo, tollera e favorisce le avances che Prokosh inizia a farle fin dal loro primo incontro.


Votato da 23 utenti

Voto Medio 3,6

Voto Medio 3,6

La locandina del film "Il gattopardo"
Votato da 23 utenti.

Il gattopardo

1963 • 187 min • Francia, Italia • col • Luchino Visconti

Sicilia, prima dello sbarco dei Mille: il Principe Don Fabrizio di Salina (Burt Lancaster), preoccupato per i cambiamenti politici e culturali che vede inesorabilmente compiersi intorno a sé, si impegna affinché il nipote Tancredi (Alain Delon) si fidanzi con la bella Angelica (Claudia Cardinale). Durante un ultimo, memorabile ballo, fastoso e funereo allo stesso tempo, il principe si trova di fronte l'inevitabile fine della realtà di cui era protagonista.