La locandina del film "All Is Lost – Tutto è perduto"

All Is Lost – Tutto è perduto

All Is Lost

NAZIONE:

Usa

Anno:

2013

Durata:

106 min

Formato:

col

REGISTI:

J.C. Chandor

ATTORI:

Robert Redford

Disperso al largo dell'Oceano Indiano, a bordo di una piccola imbarcazione che sta affondando a causa di una falla nello scafo, un uomo (Robert Redford) deve lottare con tutti i mezzi a disposizione per riuscire a sopravvivere.

Il leone dalla criniera brizzolata Robert Redford (classe 1937) è il protagonista assoluto di un film catastrofico che, traendo ispirazione dalle pellicole di genere tanto in voga negli anni '70, trasfigura la vicenda di un naufrago senza nome per elevarla a metafora sul cammino esistenziale dell'Uomo. Completamente abbandonato a se stesso sulla propria piccola barca a vela, in balìa delle onde, della pioggia e del vento, Redford è riuscito a scolpire un personaggio imperturbabile eppure umanissimo, capace di emozionare senza ricorrere alla parola. Il silenzio assordante in cui è costretto a trovarsi un uomo solo in mezzo all'Oceano è rotto dall'impetuosa forza distruttrice della natura ostile, che costringe il protagonista a superare i propri limiti per potersi salvare. L'eterna sfida per la sopravvivenza non ha qui connotazioni eroiche di matrice letteraria: il vecchio Robert e il mare sono elementi complementari di un'odissea metafisica in cui l'essere umano è una flebile presenza. Nonostante l'inverosimiglianza di alcune sequenze e l'happy ending largamente preventivato, si respira un'aria di cinema old style in cui la manualità, il gesto e l'ingegno individuale spazzano via l'effimera suggestione della parola. Presentato fuori concorso al Festival di Cannes e al Torino Film Festival.

Nei cinema

In TV

In streaming