La locandina del film "Arctic"

Arctic

Arctic

NAZIONE:

Islanda

Anno:

2018

Durata:

97 min

Formato:

col

Una scena di "Arctic"

Un uomo, Overgård (Mads Mikkelsen), unico superstite di un disastro aereo nelle terre artiche, si ritrova a dover fronteggiare un’incredibile lotta per la sopravvivenza in un ambiente ostile ed estremo, che non offre alcun riparo dal punto di vista climatico.

Esordio nel lungometraggio del regista brasiliano Joe Penna, Arctic è un survival movie in piena regola incentrato su un unico personaggio, prostrato oltre ogni misura, e sulla sua lotta per uscire da una situazione al limite dove non ci sono certezze di alcun tipo e la debilitazione, nel fisico e nell’animo, è senza ritorno. Pur potendo contare su una solida interpretazione dell’attore danese Mads Mikkelsen, davvero molto asciutto e generoso nel donare al suo personaggio una smorfia di sofferenza e dedizione alla propria disperata causa, il film, quasi muto, non riesce a produrre nessuno scarto significativo sul piano cinematografico né su quello della tensione, adagiandosi in maniera assai pigra sulla propria ambientazione polare e sulle distese dei ghiacciai, inquadrate spesso a perdita d’occhio e con campi lunghi tanto raggelanti quanto ben calibrati. Dimenticando anche, allo stesso tempo, di costruire una progressione narrativa e degli spunti dinamici all’altezza di un film di questo tipo, dove l’assenza di eventi reali e l’ancoraggio a una situazione di estrema solitudine rendono ancor più necessario avere tra le mani intuizioni pregnanti e idee di regia significative, che qui purtroppo latitano. Un paio di sequenze suggestive non mancano, complice il Polo Nord e l’apparizione di un orso polare, mentre sull’irruzione nella storia di una donna da salvare che si affianca al protagonista e soprattutto sul finale si poteva fare molto meglio, evitando retorica e sbavature di grana grossa.

Nei cinema

In TV

In streaming