La locandina del film "Brothers"
Una scena di "Brothers"

Sam (Tobey Maguire) e Tommy Cahill (Jake Gyllenhaal) sono consanguinei, ma molto diversi. Il primo è un marine che parte per l'Afghanistan e viene dato per disperso durante una missione; mentre il secondo, appena uscito di prigione, è da sempre la pecora nera della famiglia. Alla notizia della scomparsa del fratello, decide di assumersi la responsabilità della cognata Grace (Natalie Portman): drammatici colpi di scena in agguato.

Remake di Non desiderare la donna d'altri (2004) della regista danese Susanne Bier, Brothers affronta il tema del reinserimento nella società da parte di reduci di guerra. Doloroso racconto familiare (i due protagonisti, divisi da una donna, sono figli di un padre traumatizzato dall'esperienza in Vietnam, che ha scaricato su di loro tutto il peso di aspettative di vita tradite), il film resta però intrappolato nelle sue stesse ambizioni, incapace di toccare corde profonde o di emozionare come avrebbe voluto. Ben poco coraggiosa, la pellicola si appoggia totalmente al film del 2004, inventando poco e risultandone soltanto una copia sbiadita. E anche gli attori sono inadeguati, spaesati e totalmente privi di una guida degna di tale nome. Scritto da David Benioff; musiche di Thomas Newman, fotografia di Frederick Elmes.

Nei cinema

In TV

In streaming