La locandina del film "Captain Phillips – Attacco in mare aperto"

L'americano Richard Phillips (Tom Hanks), capitano di navi mercantili, saluta sua moglie (Catherine Keener) e si prepara per guidare una spedizione umanitaria lungo il Corno d'Africa. Il viaggio sarà molto meno semplice del previsto: in mare aperto, dovrà fronteggiare l'attacco di un gruppo di pirati somali decisi a sequestrare la nave per ottenere un lauto riscatto.

L'ispirazione viene da un'incredibile storia vera, che Richard Phillips ha riportato nella sua autobiografia Il dovere di un capitano. Materiale perfetto per un regista come Paul Greengrass, che ha spesso preso spunto da tragici eventi per dare vita alle sue concitate pellicole (tra cui United 93 del 2006). Il regista britannico con il suo stile dinamico, contrassegnato da camera a spalla e rapidi tagli di montaggio, dà vita a una pellicola ad alto tasso adrenalinico, avventurosa e coinvolgente. Alcune lungaggini di troppo e diverse ridondanze ne limitano la portata, ma la tensione riesce a mantenersi alta fino alla fine. Tra le pieghe di un action-movie dai tanti spunti interessanti, si lancia anche un messaggio sulla vera natura dei pirati: semplici burattini, che rischiano la vita, al servizio dei “signori della guerra” che li sfruttano a loro piacimento. Intenso Tom Hanks, ma non è da meno Barkhad Abdi (il capo dei pirati). Sei nomination agli Oscar (tra cui quella per il miglior film) ma nessuna statuetta vinta.

Nei cinema

In TV

In streaming