La locandina del film "Le comiche"
Una scena di "Le comiche"

Renato (Renato Pozzetto) e Paolo (Paolo Villaggio) “bucano” letteralmente lo schermo cinematografico piombando in una sala di proiezioni: vivranno improbabili avventure molestando tutti coloro che avranno la sfortuna di avvicinarli, da una novella coppia di sposini (Alessandra Casella e Fabio Traversa) a un benzinaio (Salvatore Borghese).

Neri Parenti sfrutta il celebre aneddoto degli spettatori che fuggirono da un cinema durante la visione di L'arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat (1896) di Auguste e Louis Lumière per imbastire una commediola che vorrebbe omaggiare il periodo del muto. Ma la comicità prettamente fisica (schiaffi e capitomboli) si riduce a gag volgari (ombrelli nel sedere) e battute ormai usurate; mentre l'elemento metacinematografico del “film nel film” resta interessante solo sulla carta. Abbastanza spigliati, comunque, i due protagonisti. Divertente Enzo Cannavale nei panni del sacerdote. Grande successo di pubblico e immancabili seguiti.

Nei cinema

In TV

In streaming