La locandina del film "Contact"

Contact

Contact

NAZIONE:

Usa

Anno:

1997

Durata:

153 min

Formato:

col

Una scena di "Contact"

Ellie Arroway (Jodie Foster) è appassionata di trasmissioni radiofoniche sin da bambina: dopo essersi dedicata a studi scientifici, si è specializzata nella ricerca di forme di vita extraterreste, in grado di comunicare con la Terra. Grazie ai finanziamenti di un ricco magnate, la donna fa delle scoperte straordinarie, ma non tutti sono disposti a crederle.

Con Contact Robert Zemeckis si prefigge di esplorare lo spazio infinito e, con esso, tematiche particolarmente delicate come la vita dopo la morte, l'esistenza di forme aliene e persino l'esistenza di Dio, con tutte le riflessioni teologiche del caso. Dopo un incipit accattivante sia a livello tecnico – il carrello iniziale resta emozionante e impeccabile – sia a livello strutturale – i flashback sull'infanzia di Ellie sono tra le sequenze più toccanti e meglio riuscite dell'intera pellicola – i problemi arrivano con il passare dei minuti, quando il regista fatica a trovare la giusta strada per concludere un discorso che appare inevitabilmente diluito e tedioso, zoppicante e mal dosato, oltre che, per quanto fascinoso nell'insieme, non sembra all'altezza delle ambizione premesse. Funziona a meraviglia, in compenso, il contrasto tra la scienziata razionale Arroway e il teologo Joss Palmer, interpretato da Matthew McConaughey. Un cult per qualcuno, sommariamente deludente per molti altri.

Nei cinema

In TV

In streaming