La locandina del film "Desconocido – Resa dei conti"

Desconocido – Resa dei conti

El desconocido

GENERE:

Thriller, Azione

NAZIONE:

Spagna

Anno:

2015

Durata:

102 min

Formato:

col

Carlos (Luis Tosar), impeccabile funzionario di banca, viene raggiunto da una misteriosa telefonata: deve procurarsi in fretta un’ingente somma di denaro, altrimenti lo sconosciuto attentatore che lo ha preso di mira farà esplodere una bomba posta sotto la sua automobile. Per Carlos inizia così una furiosa lotta contro il tempo per salvare se stesso e i propri figli.

Il regista Dani de la Torre e l’attore spagnolo Luis Tosar al servizio di un adrenalinico thriller che non disdegna incursioni nell’action movie, a riprova dell’eterogenea vitalità del cinema spagnolo, più aperto all’esplorazione dei generi rispetto ad altre cinematografie nazionali. In questo caso specifico, però, l’operazione è inutilmente fracassona e pretestuosa e il modello narrativo della voce minacciosa al telefono talmente abusato da risultare fin da subito stucchevole e pedante, quando non di peggio. De la Torre e Tosar si impegnano per portare a casa il tutto nel miglior modo possibile, il primo con scene dal forte impatto spettacolare per tentare d’innalzare il livello della messa in scena e il secondo con un’interpretazione di buon livello espressivo, che in una confezione così alimentare suona in qualche frangente perfino stonata e sovraccarica. Peccato che il canovaccio di partenza, per quanto gonfiato e riempito all’inverosimile di steroidi e fumo negli occhi tra diluizioni e accelerazioni sovrapposte senza soluzione di continuità, naufraghi ben presto sotto il peso dell’eccesso e dell’inverosimiglianza, rendendo scarsamente godibile anche la componente viscerale della trama, per forza di cosa primaria e imprescindibile in storie di questo tipo. Presentato alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia nel 2015.

Nei cinema

In TV

In streaming