La locandina del film "Diritto di cronaca"

Diritto di cronaca

Absence of Malice

Una scena di "Diritto di cronaca"

Un procuratore distrettuale (Bob Balaban) sfrutta l'indagine di una giornalista (Sally Field) per attaccare Michael Gallagher (Paul Newman), la cui unica colpa è quella di essere imparentato con dei mafiosi.

Scritto da Kurt Luedtke, ex reporter e premio Pulitzer, Diritto di cronaca è un forte atto d'accusa contro le ingerenze della stampa nella vita privata delle persone. Pollack sceglie il volto carismatico ed empatico di Newman, mentre a fargli da contraltare c'è una Field nel ruolo chiaroscurale di una giornalista che, facendo il proprio mestiere, miete più vittime di quanto desideri. Tuttavia è un film difficile da seguire, sommerso da dialoghi lunghi ed esplicativi che rischiano di sfiancare lo spettatore. La storia, che si snoda tra svolte romanzesche di dubbia resa affette da una certa convenzionalità, resta sospesa in più punti e le pretese di realismo e denuncia sociale crollano di fronte a un finale accomodante. Il cast è il vero punto forte dell'intera operazione, capace di raccogliere nel complesso 2 Nomination agli Oscar (miglior attore protagonista a Paul Newman, migliore attrice non protagonista a Melinda Dillon). La terza nomination è andata alla sceneggiatura originale di Luedtke.

Nei cinema

In TV

In streaming