La locandina del film "Intrigo a Stoccolma"
Una scena di "Intrigo a Stoccolma"

Lo scrittore statunitense Andrew Craig (Paul Newman) si trova a Stoccolma per l'assegnazione del Premio Nobel. Qui viene affiancato dalla bella Lisa (Elke Sommer), ufficiale del ministero degli interni svedese, con la quale inizierà a indagare sui comportamenti sospetti di un altro ospite della manifestazione, il fisico Stratman (Edward G. Robinson).

Mescolando efficacemente cinema di spionaggio e componente sentimentale, Robson dà vita a una pellicola fluida e godibile, che sfrutta al meglio il bel copione di Ernest Lehman (già sceneggiatore di Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock, da cui il titolo Intrigo a Stoccolma prese spunto, nella versione italiana, per questioni pubblicitarie) e le prove dei protagonisti. Si guarda volentieri, anche se il ritmo funziona a fasi alterne e la suspense non raggiunge mai dei picchi particolarmente memorabili.

Nei cinema

In TV

In streaming