La locandina del film "Junior"
Una scena di "Junior"

Con l'obiettivo di testare un farmaco per l'aborto spontaneo, il ginecologo Larry Arbogast (Danny DeVito) convince il collega Alexander (Arnold Schwarzenegger) a impiantarsi un ovulo. Il medicinale però non ha l'effetto sperato e il ginecologo resta "incinto".

Dopo aver reso Schwarzenegger un maestro elementare (Un poliziotto alle elementari 1990), Reitman trasforma l'iper-muscoloso attore in “mammo”, raggiungendo il limite del grottesco in una commedia che nelle intenzioni dovrebbe essere comica e provocatoria ma che, in realtà, ha poco di divertente e risulta tutt'altro che efficace. Dopo I gemelli, DeVito e Schwarzenegger tornano insieme, ma il risultato è ancor peggiore rispetto alla (non indimenticabile) collaborazione precedente.

Nei cinema

In TV

In streaming