La locandina del film "The Lone Ranger"

John Reid (Armie Hammer), uno scrupoloso giurista del Far West, per vendicare il fratello barbaramente ucciso si trasforma nel giustiziere mascherato Lone Ranger. Lo affianca il codardo ma scaltro indiano Tonto (Johnny Depp) che, una volta anziano, racconta le loro gesta a un ragazzino in un museo. 



Riadattamento per il grande schermo di una celebre serie radiofonica, The Lone Ranger racconta le avventure dell'eroe mascherato e della sua fida spalla, ridonando nuova linfa al cinquantenne di sangue Cherokee Johnny Depp, che aggiunge alla sua galleria di personaggi strampalati un altro simpatico outsider. Tuttavia, non di solo Depp vive The Lone Ranger, per quanto i suoi gustosi scambi comici con Armie Hammer siano davvero irresistibili. Del resto, che Gore Verbinski fosse un signor regista di avventure epiche si sapeva dai tempi della saga dei Pirati dei Caraibi; che avesse una particolare predilezione nostalgica per il western l'aveva già dimostrato con Rango (2011), colto e intelligente omaggio al genere; che sapesse trasformare la materia, traendo nuova linfa dal già detto era evidente dalla geniale operazione The Ring. Qui vi aggiunge un cast in buona forma (oltre a Depp, bravissimo anche il bellimbusto attonito Hammer e la notevole Helena Bonham Carter, prostituta con gamba d'avorio), una serie di sequenze emozionanti (il finale è da antologia), una sceneggiatura classica ma non banale con tutti gli ingredienti western al loro posto (scomparsa dei miti, modernità che avanza, razzismo verso i nativi americani, malvagità dei bianchi, avidità per l'oro, valore dell'amicizia tra uomini) e qualche tocco di comicità demenziale. Peccato che, nella prima ora, fatichi a carburare ma per il resto si tratta di una pellicola di puro divertimento, efficace e diretta con intelligenza, che però ha fatto storcere il naso ai più, spaventati in partenza dal marchio Disney. Ritardi e incidenti di produzione hanno fatto il resto, destinando ingiustamente questo gradevolissimo divertissement a un insuccesso generale.

Nei cinema

In TV

In streaming