La locandina del film "La maschera di Zorro"
Una scena di "La maschera di Zorro"

California, 1841: un ormai anziano Don Diego de la Vega (Anthony Hopkins) sceglie il giovane bandito Alejandro Murrieta (Antonio Banderas) come suo successore nel vestire la maschera di Zorro. Il nuovo eroe mascherato dovrà contrapporsi alle ingiustizie del crudele governatore Montero (Stuart Wilson).

Brioso film di cappa e spada incentrato su uno dei banditi mascherati più famosi di sempre, interpretato perfettamente da Antonio Banderas (la mimesi tra personaggio e attore qui è pressoché totale). Un mix calzante tra ironia e azione che giova anche della grande alchimia sviluppatasi tra lo stesso Banderas e la sua spalla femminile Catherine Zeta-Jones; Anthony Hopkins, invece, appare meno a suo agio nel ruolo di un Don Diego de la Vega attempato. Sicuramente non mancano le banalità, così come fin da subito si può prevedere uno scontato lieto fine: in ogni caso, La maschera di Zorro è un film dallo stile graffiante, in grado di divertire una buona fetta di pubblico. Curiosità: prima di Martin Campbell la regia della pellicola era stata affidata a Robert Rodriguez, successivamente sostituito per diverbi con la produzione.

Nei cinema

In TV

In streaming