La locandina del film "La musica del cuore"

La musica del cuore

Music of the Heart

Una scena di "La musica del cuore"

Nel tentativo di superare la fine del suo matrimonio, Roberta Guaspari (Meryl Streep) riesce a farsi assumere come insegnante di musica presso una scuola del ghetto di Harlem. Dopo le iniziali diffidenze, l'amore per le sette note darà a lei e alle persone che la circondano l'energia per un riscatto personale.

Ispirandosi alla reale vicenda dell'insegnante co-fondatrice della "Opus 118 – Harlem School of Music", Wes Craven cerca di far breccia nell'alveo dei buoni sentimenti di un pubblico agli antipodi rispetto a quello del genere horror. Nulla proibisce a un artista di tentare un percorso alternativo: il problema nasce quando lo sviluppo è piatto, prevedibile e scontato. Un film intriso di buonismo che si ricollega a un filone musicale ben rappresentato, ad esempio, da Sister Act 2 – Più svitata che mai (1993) di Bill Duke. Una Meryl Streep sottotono (ma comunque candidata all'Oscar come migliore attrice protagonista) accompagna i giovani alunni nell'appredimento del violino e nella conquista dei propri sogni, secondo un canovaccio stra-abusato. Viene quasi da sperare che Freddie Krueger, creatura craveniana per eccellenza, compaia dal nulla per dire la sua. Nel cast anche Cloris Leachman, l'indimenticabile e luciferina Frau Blücher di Frankenstein Junior (1974) di Mel Brooks.

Nei cinema

In TV

In streaming