La locandina del film "Non ci resta che vincere"

Non ci resta che vincere

Campeones

GENERE:

Commedia

NAZIONE:

Spagna, Messico

Anno:

2018

Durata:

124 min

Formato:

col

Marco (Javier Gutiérrez) è un allenatore di basket di alto livello. Sorpreso alla guida in stato di ebrezza viene condannato a una pena imprevista: per ordine del giudice dovrà gestire una squadra di basket composta da persone con un deficit mentale.

Agrodolce commedia spagnola diretta da Javier Fesser, Non ci resta che vincere coniuga attori già noti (Javier Gutérrez, Athenea Mata) e reali disabili per raccontare una storia di rivalsa molto sbilanciata sul piano tanto della tenerezza e della comicità quanto dell’emozione e dei buoni sentimenti. Un film solare e innocuo in tutte le sue componenti, che non usa modalità bieche e ricattatorie per generare nello spettatore la lacrima facile ma allo stesso tempo punta su un’elementarità fiabesca e su una vaga e furba vocazione sociale, tutt’altro che fastidiosa ma di sicuro abbastanza scaltra nell’accalappiare simpatie e lasciapassare. Al centro della vicenda, dopotutto, c’è la rieducazione del protagonista Marco, coach che viene assegnato ai servizi sociali dopo essere stato fermato per guida in stato di ebbrezza: un intento pedagogico piuttosto vistoso che grava un po’ sull’operazione ma che nulla toglie alla gradevole e volenterosa prova attoriale dei disabili, molto eclettici e ben amalgamati, oltre che disposti a fare il pieno di ironia. Il film si è rivelato uno strepitoso successo al box-office spagnolo con oltre 18 milioni di euro di incasso a fronte di un budget di 4 ed è stato scelto per rappresentare la nazione iberica nella corsa agli Oscar del 2019.

Nei cinema

Dal 6 dicembre 2018

In TV

In streaming