La locandina del film "Overboard"

Leonardo (Eugenio Derbez) è un ricco playboy messicano egoista e viziato; Kate (Anna Faris) è una mamma single che per sbarcare il lunario è costretta a fare le pulizie sul lussuoso yatch di Leonardo. Licenziata, Kate approfitterà dell'amnesia dell'uomo per fingersi sua moglie e costringerlo a lavorare sodo.

Remake di Overboard. Una coppia alla deriva (1987) di Garry Marshall con Goldie Hawn e Kurt Russell, è un filmetto sciocco e senza pretese, che gioca soltanto sullo spunto dell’amnesia per dare vita a gag stantie e tutte dimenticabili. Tra i limiti principali, non è chiaro perché gli autori abbiano allungato una trama tanto esile e sterile fino a quasi due ore di durata: in questo modo il già scarso appeal iniziale diventa una tortura, visto anche che di sorprese non c’è nemmeno l’ombra e i dialoghi sono scritti con la mano sinistra. Già il film originale non era certo un granché, ma qui si sfiora davvero l’imbarazzo a partire dalla (improbabile) sequenza in cui Anna Faris si presenta in ospedale dicendo di essere la moglie di Leonardo. Il regista Rob Greenberg aveva diretto soltanto prodotti per la televisione in precedenza (e si vede): gli manca completamente il ritmo del lungometraggio e non è certamente aiutato da due insulsi attori principali che dimostrano, come se non bastasse, una pessima alchimia. Da evitare.

Nei cinema

In TV

In streaming