La locandina del film "The Pusher"
Una scena di "The Pusher"

Un celebre spacciatore (Daniel Craig) vuole lasciare il mondo della droga per poter finalmente condurre una tranquilla vita agiata, frutto dei guadagni di anni. Eppure, prima di poter chiudere definitivamente, deve portare a termine due compiti ardui, che gli faranno presto comprendere come i suoi piani non saranno semplici da realizzare.

L'incipit accattivante è un buon biglietto da visita, tanto suggestivo quanto parzialmente illusorio, che introduce una pellicola cruda e confezionata discretamente, ma troppo fumosa per convincere appieno. The Pusher di Matthew Vaughn è proprio questo: un progetto inizialmente sorprendente che, in seguito, segue traiettorie piuttosto convenzionali ed è vittima anche di qualche calo di ritmo di troppo. Si sente l'influenza del cinema di Guy Ritchie, anche se Vaughn ha sufficiente personalità per essere un esordiente, seppur lo dimostri soltanto a fasi alterne. Da un romanzo di J.J. Connolly, anche autore della sceneggiatura.

Nei cinema

In TV

In streaming