La locandina del film "La regola del sospetto"

La regola del sospetto

The Recruit

NAZIONE:

Usa, Gran Bretagna

Anno:

2003

Durata:

115 min

Formato:

col

Una scena di "La regola del sospetto"

James Clayton (Colin Farell) viene aiutato dal veterano Walter Burke (Al Pacino) a diventare un vero agente della Cia. Una volta diventato operativo, il suo mentore gli assegnerà il delicato compito di smascherare un'infiltrazione all'interno dell'agenzia per cui lavora.

L'artigiano e discreto mestierante Roger Donaldson torna a parlare di spie, tradimenti e segreti con un thriller movimentato e ritmato, capace di infondere una dose minima di elettricità e di tensione alla vicenda grazie a un conflitto che, in questo caso, è più psicologico che puramente e meramente fisico. Tale forza non viene quasi mai messa a tacere, anche se il finale ha vistosi cali di tono e il film purtroppo scade piuttosto in automatico nella monotonia e nella scolasticità, giostrandosi tra sbadigli e faciloneria di scrittura, che a forza di semplificare finisce con l'incappare in vistose e a tratti risibili cadute e in buchi di sceneggiatura. Apprezzabile, ad ogni modo, la prova di Al Pacino, unico membro del cast a essere costantemente in palla, il cui personaggio può anche godere di un bel monologo finale, cui il doppiaggio italiano di Giancarlo Giannini provvede a prestare un buon servizio.

Nei cinema

In TV

In streaming