La locandina del film "Scream 2"
Una scena di "Scream 2"

Mentre il film Stab, ispirato ai macabri eventi di Woodsboro, miete successi nelle sale, un assassino emulo di Ghostface terrorizza il college in cui si trova Sidney (Neve Campbell), sopravvissuta al massacro di due anni prima.

Wes Craven prosegue la saga slasher iniziata felicemente con Scream (1996). Purtroppo, a dispetto dell'intenzione di non banalizzare l'idea di partenza (fenomeno che lo stesso regista/sceneggiatore additò quale difetto principale dei sequel del suo Nightmare – Dal profondo della notte del 1984), il risultato è deludente. Il secondo capitolo ricalca il precedente e, nonostante un buon prologo, finisce per annaspare in una riproposizione confusa degli stessi elementi. Una spruzzata di citazioni, una satira contro l'invadenza dei mass media e il voyeurismo avente oggetto tragici eventi di cronaca e una serie di colpi di scena prevedibili o pretestuosi: questo è tutto. Un sequel banale girato da chi dichiarò di mal sopportare i sequel banali. Viene da chiedersi se Craven non abbia voluto semplicemente giocare e divertirsi alle spalle dello spettatore. Quasi interamente riproposto il cast "sopravvissuto" in Scream, con l'aggiunta di Sarah Michelle Gellar (Cici). Tori Spelling, Heather Graham e Luke Wilson compaiono nelle sequenze del film Stab.

Nei cinema

In TV

In streaming