La locandina del film "Il talento di Mr. Ripley"

Il talento di Mr. Ripley

The Talented Mr. Ripley

Una scena di "Il talento di Mr. Ripley"

New York, fine anni '50. Tom Ripley (Matt Damon) è un giovane di umili origini che, in cambio di denaro, accetta di andare in Italia per recuperare il figlio balordo di un ricco ingegnere. La conoscenza dell'affascinante ma pericoloso ragazzo, Dickie (Jude Law), condurrà il gentile e rispettoso Ripley su binari molto pericolosi.

Tratto dall'omonimo romanzo di Patricia Highsmith, già trasposto al cinema con successo da René Clément con Delitto in pieno sole (1960), il quinto lungometraggio di Minghella abbandona i toni amorosi e smielati tanto cari al regista in favore della descrizione di una controversa e malata psicologia di un giovane ragazzo che si vergogna delle proprie umili origini. Un progetto troppo ambizioso, che evidenzia i limiti di un autore incline a uno spettacolo puramente descrittivo, patinato e superficiale, con l'aggravante di banalizzare personaggi molto complessi. Intreccio confuso, chiuso da un finale sbrigativo e poco chiaro. Attori ai minimi storici. Presentato in concorso al Festival di Berlino.

Nei cinema

In TV

In streaming