La locandina del film "Thank you for Smoking"

Thank you for Smoking

Thank you for Smoking

Una scena di "Thank you for Smoking"

Nick Naylor (Aaron Eckhart) è un avvocato lobbista al soldo di una multinazionale del tabacco e ha il compito di difendere il mercato delle sigarette. Solamente una faccia tosta come lui può riuscirci.

Fumare fa male ma non secondo Nick Naylor, interpretato in maniera sorprendente da Aaron Eckhart (ruolo che gli è anche valso una nomination ai Golden Globe). L' accattivante esordio di Jason Reitman, figlio di Ivan regista di Ghostbusters – Acchiappafantasmi (1984), è una commedia tagliente e solida che parla di un uomo solo (vero leitmotiv del cinema di Reitman junior), immagine dell'assoluta assenza di moralità e di senso civile in nome del guadagno. Una critica aspra agli Stati Uniti e più in particolare ad avvocati e lobbisti di ogni tipo. Eppure tutto è reso sotto forma di gioco, di narrazione in prima persona che quasi ci fa affezionare a Naylor, quando probabilmente dovremmo odiarlo. Il neo-regista avrebbe potuto essere ancora più cinico, ma il coraggio indubbiamente non gli manca.

Nei cinema

In TV

In streaming