La locandina del film "Tropic Thunder"

Tugg Speedman (Ben Stiller), divo dell'action-movie in declino, tenta di rilanciare la sua carriera girando un film di guerra nella giungla vietnamita. Accanto a lui, il comico tossicodipendente Jeff "Fats" Portnoy (Jack Black), il rapper Alpha Chino (Brandon T. Jackson), l'esordiente Kevin Sandusky (Jay Baruchel) e soprattutto il rivale diretto, il pluripremiato Kirk Lazarus (Robert Downey Jr.), talmente in parte da essersi fatto un trapianto epidermico per diventare nero come il suo personaggio. I guai sono assicurati.

Esilarante parodia delle logiche hollywoodiane firmata Ben Stiller, che sceglie un cast di amici di lunga data per mettere insieme uno sgangherato ma divertente baraccone, in cui dal cameratismo consolidato fra gli interpreti sgorga un fiume di pura demenzialità. Tra trafficanti di droga, falsi reduci (Nick Nolte in gran forma), rapimenti e omicidi di teneri panda, le avventure di Speedman e dei suoi soci puntano tutto sulla risata e colpiscono nel segno. Innumerevoli le citazioni cinefile e i momenti cult, dai finti trailer iniziali alla performance live di Simple Jack. Interpreti divertiti oltre che divertenti e cast stellare che comprende anche Matthew McConaughey nel ruolo dell'agente di Speedman e soprattutto Tom Cruise nei panni del volgarissimo ed esagitato produttore Les Grossman. I frizzi e i lazzi calano nella seconda parte, ma la prima ne ha da vendere. Colonna sonora ricercata, dai Buffalo Springfield agli Stones, e nomination agli Oscar per Downey Jr., che, nella versione originale, regala una performance in slang davvero notevole. Sceneggiatura di Stiller, Ethan Cohen e Justin Theroux.

Nei cinema

In TV

In streaming