La locandina del film "Venom"

Il giornalista Eddie Brock (Tom Hardy), cercando di svelare alcuni esperimenti illegali, finisce per essere contaminato da un organismo alieno simbiontico. Questo misterioso essere prenderà completamente il controllo del suo corpo, trasformandolo nel terribile Venom.

Nato negli anni Ottanta sulle pagine dei fumetti Marvel e diventato in breve tempo uno dei più affascinanti antagonisti di Spider-Man, il personaggio di Venom era già comparso sul grande schermo in Spider-Man 3 (2007) di Sam Raimi. Se in quel caso era uno dei tanti villain in scena e non ha lasciato particolari tracce, questa volta gli viene dedicato un intero lungometraggio che, però, fatica a stupire, nonostante l’originalità dell’idea di fondo di avere un “cattivo” come assoluto protagonista di un cinecomic. Il regista Ruben Fleischer (che aveva colpito con Benvenuti a Zombieland, prima di regalare diversi prodotti a dir poco dimenticabili) si adagia sui classici cliché del genere, rischia poco e gioca inutilmente la carta di un’ironia spesso presente, senza però riuscire a divertire come avrebbe voluto, e abbondando con le parentesi stonate e fuori posto. Non è tanto un problema di ritmo narrativo o di effetti speciali (comunque rivedibili), ma di una narrazione che perde d’interesse molto presto e di un personaggio scritto senza troppa profondità e interpretato svogliatamente da un Tom Hardy incapace di mostrare il suo talento, impigliato dentro una macchietta grossolana che spinge troppo il pedale dell’acceleratore. I dialoghi tra Brock e il simbionte che lo possiede, inoltre, sono al limite del ridicolo e il risultato non può che essere un lungometraggio che si dimentica facilmente, sia quando tenta il registro dell’horror all’acqua di rose sulla possessione sia quando prova la strada di una leggerezza dissacrante, che il più delle volte più che strappare un sorriso fa cadere le braccia. Michelle Williams interpreta la fidanzata di Eddie, mentre Riz Ahmed è un cattivo monocorde e alimentare, che sperimenta gli effetti della materia aliena sugli umani senza alcuno scrupolo morale. Ben due scene post-credits, con un paio di sorprese.

Nei cinema

Dal 4 ottobre 2018

In TV

In streaming