Elvis
Elvis
2022
In sala
dal 23/06
Paesi
Usa, Australia
Genere
Biografico
Durata
140 min.
Formato
Colore
Regista
Baz Luhrmann
Attori
Austin Butler
Tom Hanks
Olivia DeJonge
Helen Thomson
Richard Roxburgh
Kodi Smit-McPhee
David Wenham
Dacre Montgomery
Luke Bracey
Dai primi passi sul palcoscenico, fino alla precoce dipartita: la vita di Elvis Presley (Austin Butler) è stata una grande avventura condivisa, tanto nella trascinante gioia quanto nei momenti di difficoltà, con il suo storico manager Tom Parker (Tom Hanks).

Lo stile barocco ed eccentrico del cinema di Baz Luhrmann è ormai un marchio di fabbrica. A cominciare dai titoli di testa, Elvis ingrana la marcia più alta e dichiara di non essere un progetto mirato a ricostruire vita, morte e miracoli di una delle celebrità più amate di sempre, quanto piuttosto un film che vuole ragionare sul concetto di icona. Non è una novità all’interno della carriera di questo regista, eppure qui sembra che tutto ruoti attorno alle re(l)azioni che nascono dalla presenza di un divo: chi lo ama, chi lo odia, chi ne approfitta, chi lo venera. Tutti pendono dalle labbra del rock’n’roll ma nessuno sembra curarsi di lui, Elvis Presley. Risulta un peccato che la parabola del vero protagonista del film (l’impresario interpretato da Tom Hanks che apre e chiude come un narratore tutta la vicenda) perda via via peso. Se nella prima parte Luhrmann porta in scena tutto il suo talento rendendo Elvis un divo contemporaneo (funziona eccome, di nuovo dopo Il grande Gatsby l’ibrido tra musica d’epoca e moderna), lungo l’eccessiva durata della pellicola la cinepresa del regista australiano si rende sempre più attratta dal dramma intimo e cronachistico del cantante, trasformando quindi il progetto in qualcosa di un filo meno personale rispetto le aspettative. Al netto di questo limite, l’emozione e la potenza che nascono dalle sequenze canore perfettamente orchestrate dallo sguardo visionario di Luhrmann lasciano il segno, soprattutto nei cuori dei grandi fan della rockstar, e l’impressione di trovarsi di fronte a una rilettura autoriale di una biografia di grande impatto resta indelebile dall’inizio alla fine. Presentato fuori concorso al Festival di Cannes.
Maximal Interjector
Browser non supportato.