News
MEET MOVIE: FILMEETING porta la prima italiana di After Yang al MEET Digital Culture Center di Milano
FILMEETING, associazione che promuove la cultura cinematografica e audiovisiva d’autore, presenta MEET MOVIE, una rassegna cinematografica in cinque appuntamenti che vuole indagare il rapporto tra il cinema e le distopie in atto nella società contemporanea, in particolar modo affrontando tematiche relative al mondo digitale e alla tecnologia.


La retrospettiva trova il suo ambiente ideale nel MEET – Digital Culture Center
, polo di riferimento per la riduzione del digital divide e la diffusione della cultura digitale in Italia, fondato da MEET THE MEDIA GURU con il supporto di Fondazione Cariplo. MEET  ospiterà la rassegna nei propri spazi (viale Vittorio Veneto 2, Milano) per cinque venerdì, dal 27 gennaio al 24 febbraio. 

Cinque appuntamenti per esplorare le modalità in cui il cinema parla della società, in particolare in relazione alla trasformazione digitale e alle sfide di un futuro sempre più virtuale. MEET MOVIE concepisce la sala cinematografica come ibrido: non più solo luogo di proiezione, ma spazio di incontro e diffusione culturale di idee, non soltanto sul cinema ma anche sui temi più pressanti della sfera tecnologica: metaverso, intelligenza artificiale, robotica, realtà virtuale sono solo alcuni dei temi che verranno trattati. Ogni proiezione, prevista alle ore 20:00, sarà preceduta, alle 18:30, da talk con esperti del settore, moderati dallo staff di MEET THE MEDIA GURU e dai critici cinematografici delle redazioni di FILMEETING. L’incontro con gli esperti introdurrà al film e al suo legame con l’argomento della serata.


Il 27 gennaio, eccezionalmente a ingresso gratuito, la rassegna si aprirà con il talk di Stefania Operto e la prima italiana in sala, organizzata assieme a Sky Italia, di After Yang di Kogonada. Il film, presentato nella sezione Un Certain Regard del 74° Festival di Cannes, è basato sul racconto Saying Goodbye to Yang di Alexandra Weinstein ed è ambientato in un futuro prossimo dove gli esseri umani interagiscono quotidianamente con i loro androidi sempre più antropomorfi.

Gli appuntamenti proseguiranno con il saggio sullo sguardo meccanico di body cam e dispositivi di sorveglianza All Light, Everywhere di Theo Anthony (3 febbraio) anticipato dal dialogo con Gabriele Balbi; due ospiti, Simone Spoladori e Filippo Lubrano, per la proiezione in collaborazione con I Wonder Pictures dell’acclamato Everything Everywhere All at Once di Daniel Kwan e Daniel Scheinert (10 febbraio); lo stimolante A Glitch in the Matrix di Rodney Ascher (17 febbraio), documentario che a partire da Philip Dick e da Matrix intervista persone convinte di vivere in una simulazione, verrà anticipato dal confronto con Ruggero Eugeni e si concluderanno con l’inquietante visione del presente di Coma di Bertrand Bonello in compagnia di Mattia Salvia (24 febbraio).

MEET MOVIE vede la direzione artistica di Marco Lovisato ed è solo una tra le rassegne organizzate da FILMEETING, associazione non-profit attiva in Lombardia ed Emilia-Romagna nata durante la pandemia dalla volontà di un gruppo di ragazzi tra i 18 e i 26 anni di tornare ad incontrarsi grazie alla passione per il cinema. Nel corso della sua giovane attività, dal 2021 a oggi, FILMEETING ha realizzato più di dieci rassegne tematiche ed eventi cinematografici, stringendo partnership con sale, università e testate di settore. Dall’1° al 5 marzo 2023 darà vita al NOAM Faenza Film Festival, il primo festival cinematografico pensato per portare in Italia esclusivamente cinema indipendente NOrd-AMericano (USA, Canada e Messico). 

MODALITÀ DI ACCESSO ALLA SALA
Biglietto Intero: € 7,50
Biglietto Ridotto*: € 6,00

Abbonamento Intero (4 film): € 24,00
Abbonamento Ridotto* (4 film): € 20,00

Consigliato la prenotazione e l’acquisto in prevendita online su: https://bio.site/meet.movie

*Riduzione applicabile a universitari (con tesserino), under 26, over 65, invalidi civili

UFFICIO STAMPA
Emma Onesti
+39 334 268 0952