Mystery Train – Martedì notte a Memphis
Mystery Train
1989
Paese
Usa
Generi
Commedia, Drammatico
Durata
110 min.
Formato
Colore
Regista
Jim Jarmusch
Attori
Steve Buscemi
Joe Strummer
Nicoletta Braschi
Youki Kudoh
Elizabeth Bracco
Masatoshi Nagase
Rick Aviles
Screamin' Jay Hawkins
Cinqué Lee
Tre linee narrative diverse ambientate a Memphis: dei giapponesi (Masatoshi Nagase e Youki Kudoh) fanno un viaggio intorno ai luoghi di culto del rock; un'italiana (Nicoletta Braschi) è alle prese con apparizioni di Elvis Presley; una banda di criminali beoni e male in arnese (Joe Strummer, Steve Buscemi, Rick Aviles) compie una rapina. Un film che non aggiunge e non toglie praticamente nulla alla poetica di Jarmusch, ma si limita a ribadirne in forma più o meno telefonata i tic e i contrassegni stilistici: il viaggio come condizione esistenziale, la peregrinazione come fuga dall'ordinario e dalle sue catene, un gusto per una comicità stramba e obliqua e, non ultima, una tendenza per la confezione del film a episodi che qualche anno dopo contribuirà a rendere il regista un'icona, anche di stile, grazie a Taxisti di notte (1991) e Coffee and Cigarettes (2003). Un insieme che rende Mystery Train – Martedì notte a Memphis un film jarmuschiano al cento per cento, ma a cui, però, non basta il marchio di fabbrica dell'autore per definirlo totalmente riuscito. Nessuno dei tre episodi ha infatti il mordente sperato, e si finisce con l'accontentarsi di un'atmosfera illuminata da uno spiccato senso critico, ma che appare a volte pigra e svogliata. Ruoli di rilievo per Joe Strummer, leggendario leader dei Clash, e Screamin' Jay Hawkins, autore della celebre I Put a Spell on You. La voce del dj radiofonico è di Tom Waits, attore che per Jarmusch aveva già lavorato in Daunbailò (1986).
Maximal Interjector
Browser non supportato.